Quattro milioni di euro per la salute dei bimbi

Quattro milioni di euro per le speranze dei bambini. Sono stati raccolti per la costruzione del nuovo padiglione pediatrico del Bambino Gesù di Roma, grazie alla terza edizione di «Un euro per un bambino», e alle cospicue donazioni di «Enel Cuore Onlus», neonata associazione dell’Enel che ha finanziato con 1,5 milioni di euro la realizzazione dell’unità di diabetologia, e del dottor Paolo Bulgari, che ha contribuito con la stessa cifra alla costruzione dell’unità di broncopneumologia. Anche quest’anno «Un euro per un bambino» ha coinvolto 35mila tabaccherie e ricevitorie del lotto italiane, che hanno contribuito a raccogliere fondi fra i propri clienti. L’iniziativa, partita lo scorso 8 dicembre, è stata patrocinata dall’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato e sostenuta da Lottomatica, Federazione italiana tabaccai, l’agenzia Area e la Young & Rubicam, che ha ideato lo slogan «Fare del bene porta bene». Si è assistito a una vera gara di solidarietà. La United International Picture, società di distribuzione cinematografica, ha dedicato alla campagna l’anteprima del film di animazione «Shrek 2», e ha realizzato una locandina appositamente per l’occasione affiggendola in tutti i cinema italiani. «CentoStazioni» ha promosso l’iniziativa sociale in tutte le sue 103 stazioni, e la società Autostrade ha veicolato lo spot nel circuito Tv Zone. Anche la stampa ha fatto la sua parte, sostenendo attivamente l’iniziativa. La Rai ha dedicato uno spazio a «Un euro per un bambino» tutti i mercoledì, nell’ambito della trasmissione «Il lotto alle otto», e molte altre televisioni, radio, siti e portali internet hanno seguito l’esempio.\

Annunci

Altri articoli