Quattro mostre «itineranti» sul litorale romano

Sabrina Vedovotto

Con l’arrivo dell’estate anche l’arte migra sul litorale. Per tutto il mese di luglio quattro mostre di grande interesse a Tarquinia, Montalto di Castro, Terracina e Gaeta. Esposizioni a tappe potremmo dire, perché non avverranno in contemporanea nelle località, ma si passeranno il testimone di settimana in settimana. Il progetto è composto da tre mostre presentate nell’ambito del Festival di fotografia di Roma ma completamente rivisitate, e una novità assoluta. L’idea base del progetto è quella del viaggio, inteso in senso metafisico ma anche realistico. Guy Tillim, uno tra i più importanti fotoreporter, racconta la vita sofferta e difficile di un villaggio situato a 50 chilometri da Malawi. Il fotografo è stato lì una settimana, ha trovato e raccontato le sofferenze causate soprattutto dall’Aids, la piaga di questo secolo, viste però con gli occhi generosi e comunque ospitali di persone alle quali la vita sembra aver tolto tutto già dalla nascita. Una idea di condivisione di dolori e gioie voluta anche da Giuliano Matteucci, il quale invece ha voluto lasciare il suo strumento, la macchina fotografica appunto, in mano ad altri. Una documentazione realizzata attraverso la distribuzione di macchinette usa e getta a ragazzi e ragazze delle baraccopoli di Bombay, Jakarta, Nairobi, e Belgrado, e che è riuscita a constatare una visione assolutamente autonoma del loro mondo circostante. Altro approccio con la realtà e con le sue manifestazioni più o meno velate è quello che racconta Angelo Antonino, un giovane fotografo che rievoca, attraverso scatti realizzati nell’arco di quattro estati in tutte le località balneari italiane, vizi e virtù dell’Italia. Infine l’assoluta novità, delle foto inedite di Giacomo Bersani e Gino Rebora, due soci d’inizio secolo del Touring club, che ripercorrono i loro viaggi in bicicletta, con scatti realizzati in tutta la penisola.
Informazioni utili: 6-10 luglio Tarquinia, ex chiesa di Santo Spirito; 13-17 luglio Montalto di Castro, Complesso monastico di San Sisto; 20-24 luglio Terracina, Portico comunale; 27-31 luglio Gaeta, Museo Diocesano della religiosità del parco dei Monti Aurunci. Ingresso gratuito. Dalle ore 18 alle 24.