Quattro le prove disputate in soli nove giorni. Il percorso delle Querce ha ospitato l'ultima delle tappe romane, poi il Torneo è approdato a Udine, Milano e Padova Corporate, fine maggio a doppia velocità

Con il mese di maggio il Corporate Golf Challenge ha archiviato le prime 20 prove delle 31 in calendario. In particolare, tra il 16 e il 24, è andato in scena un vero e proprio tour de force con la gara delle Querce seguita a due giorni di distanza da Udine, per chiudere in bellezza con il Molinetto e Frassanelle.
Alle Querce, in provincia di Viterbo, si è giocata l’ultima delle tappe romane, su uno dei percorsi più belli e difficili del circuito, reduce dai campionati di A1. Il percorso - tecnico, molto difficile e in condizioni ottimali – ha attirato numerose squadre anche dal Nord Italia, desiderose di cimentarsi con i suoi green veloci ed insidiosi. La giornata è stata soleggiata ma ugualmente fresca, l’ideale per giocare a golf.
Sul gradino più alto del podio è salita una squadra alla sua prima stagione nel Corporate: la Frigo Impianti di Perugia. Comprensibile l’emozione e la soddisfazione del capitano Giuliano Bianchi: «Campo bellissimo, che tre di noi conoscevano, e giornata spettacolare. Abbiamo giocato tutti bene apprezzando in particolare la formula che consente a quattro amici di gareggiare con l’obiettivo principale di divertirsi. Se poi si ottiene anche un bel risultato, tutto diventa ancora più bello».
Da Viterbo il 18 maggio il Corporate è tornato nel Nord Italia per giocare sul bel campo di Udine. Anche in questo caso i giocatori sono stati accolti da una bellissima giornata di sole. Al welcome desk, allestito in segreteria, la consegna dei gadget (molto gradite le palline BankAmericard by Callaway) e delle copie di Golf & Turismo e de il Giornale.
La squadra Immobiliare Castello, capitanata dal presidente del golf club Udine Alberto Malignani, si è aggiudicata il premio lordo. Con 87 netto svetta invece il team triestino di Dobner Audemars Piguet, Margherita Camerin di Caffè del Doge si aggiudica la sacca messa in palio per il nearest to the pin. La seconda sacca, sempre offerta da BankAmericard, è stata vinta da Guido Crocchiati. Ad Andrea Zacchi il premio offerto da Polos.