Quattro stelle di successo

Un albergo a quattro stelle che odora già di successo. È il nuovo Holiday Inn Genoa City in via Milano, che a pochi mesi dall'inaugurazione registra un fatturato perfettamente in linea nell'industria dell'ospitalità genovese. La vecchia sede della Cassa Marittima Tirrenia lascia così il posto alla nuova struttura alberghiera - realizzata dalla Sviluppo Cantore Srl, la società partecipata da Progetti e Costruzioni Spa del gruppo Viziano e Sara Spa -, che dopo due anni di ristrutturazione e un investimento di 15 milioni di euro, si presenta alla città in una veste tutta nuova. In una posizione strategica l'Holiday Inn - gestito dalla società City Hotels Company Genova srl di Rimini - con le sue 134 camere (8 delle quali per portatori handicap) e 15 suite, un centro congressi, ristorante, una zona relax e un parcheggio di 40 posti con accesso diretto all'albergo, e con delle tariffe concorrenziali (da un minimo di 90 a un massimo di 400 euro a camera), impiega oggi 40 persone con la prospettiva di creare nuovi posti di lavoro. «Crediamo in questa strategica location - dichiara Roberto Ciapparelli, amministratore delegato della City Hotels Company Holging spa -, in quanto Genova è una città in crescita nel settore, aperta ai più svariati segmenti di clientela business, ma anche a segmenti leisure e congressuale».
L'intervento di ristrutturazione, realizzato e finanziato dalla Sviluppo Cantore srl, rappresenta un altro passo in avanti nel panorama del circuito turistico-alberghiero della città, spiega Davide Viziano presidente della Sviluppo Cantore: «Siamo soddisfatti per questa nuova iniziativa, che in un momento di crisi generale, vede Genova, riscattarsi a sostegno del turismo e del business». «Ma è anche la migliore risposta alle critiche sollevate dal sindaco Vincenzi contro i costruttori genovesi - ribadisce Viziano -. Me compreso. La migliore giunta che si può fare è venire qui oggi, e guardare le cose nuove realizzate sull'edificato. Genova è una città con prospettive e potenziali enormi, ma solo con una diversa amministrazione, ottimismo e buona volontà, potrà traghettare verso un futuro migliore».