Quattro suicidi in ventiquattr’ore

Quattro suicidi nel giro di ventiquattro ore. E tutti in quattro modi diversi: il primo, domenica mattina. Un trentaduenne, intorno alle 8.15 del mattino, si è gettato sotto un treno della metropolitana alla stazione di Conciliazione. Sempre domenica, a Trezzo sull’Adda, un uomo si è buttato da un ponte dopo aver mandato un sms di addio alla moglie. Un passante ha notato lo zaino e il telefono della vittima abbandonati vicino al parapetto e ha avvisato le forze dell’ordine, che hanno trovato il cadavere nel fiume. Lunedì, gli altri due suicidi. A Milano, un tossicodipendente - dopo aver scoperto di essere affetto da una grave malattia - si è impiccato al lampadario nel proprio appartamento. Infine, a Lainate, un quarantenne appena separatosi dalla moglie si è cosparso di benzina e si è dato fuoco.