Quattro tentati suicidi in poche ore

Gli episodi sono accaduti in diverse zone della città

Inizio estate e aumentano i tentati suicidi in città. Ben quattro persone, infatti, ieri mattina hanno minacciato di togliersi la vita in diversi quartieri di Roma e per motivi differenti ma grazie all’intervento dei vigili del fuoco e delle forze dell’ordine hanno desistito. Intorno alle 10, in un cantiere in via Padre Damiano de Vesteur, nella zona di Ponte di Nona, un quarantasettenne originario di Napoli è salito su una gru, minacciando di lanciarsi, per una mancata promessa di un posto di lavoro. Dopo circa un’ora, l'uomo è sceso rassicurato dal datore di lavoro.
Ancora, intorno a mezzogiorno, in via Polesine, nei pressi di Piazza Bologna, un ragazzo di 28 anni ha minacciato di gettarsi dal terzo piano. Il giovane è stato poi bloccato dal poliziotto di quartiere e dagli agenti del commissariato Porta Pia intervenuti insieme ai vigili del fuoco. Restano sconosciuti i motivi del gesto.
Sempre intorno all’ora di pranzo, i pompieri e la polizia sono intervenuti in via di Bravetta dove un uomo, sulla cinquantina, si era barricato nel suo appartamento. Fermato, l'uomo, che secondo quanto si è appreso avrebbe problemi di natura psichica, è stato trasportato all’ospedale San Camillo.
Intorno alla stessa ora, un ultimo intervento dei vigili del fuoco in via Giuseppe Raimondi a Casalbertone, dove un uomo minacciava di gettarsi dalla finestra. Salvato dall’intervento della polizia e dei pompieri, che sono saliti fino alla sua abitazione convincendolo a desistere dal drammatico gesto.