Quattro testamenti e una guerra di accuse

Si ipotizza che il patrimonio lasciato da Pavarotti agli eredi si aggiri sui 300 milioni di euro.
Le ultime volontà
Il tenore ha redatto quattro diversi testamenti, al vaglio per stabilire l'entità reale dell'eredità ed i beneficiari ma anche causa di vertenze e polemiche: testamento redatto a New York nell'estate 2006; testamento olografo del 4 dicembre 2006; testamento del 13 giugno 2007 e depositato a Modena; testamento datato 29 luglio 2007 e redatto a Pesaro .
Le accuse
Dopo la morte di Pavarotti scoppiano continui scoop e ipotesi sulla sua eredità; un'amica del tenore accusa la seconda moglie Nicoletta Mantovani di averlo raggirato a fini ereditari, di avergli impedito i contatti con i vecchi amici e con le figlie, di aver ricevuto questa disperata confessione da Pavarotti stesso, che le avrebbe chiesto di parlare solo dopo i suoi funerali. Nicoletta Mantovani risponde pubblicamente solo una volta, il 27 ottobre 2007, nella trasmissione Che tempo che fa di Fabio Fazio, in cui confessa anche di essere da 13 anni malata di sclerosi multipla.