Quattro volte ministro

Claudio Scajola, 63 anni da Imperia, è stato uno dei protagonisti dell’era berlusconiana in politica. Ex dc, aderisce a Forza Italia nel 1995 e tiene le redini del partito come coordinatore nazionale dal ’96 al 2001. È ministro dell’Interno nel 2001-2002 ma si dimette in seguito ad alcune sue dichiarazioni su Marco Biagi, il giuslavorista ucciso dalle Br. Diventa ministro per l’Attuazione del programma e poi per le Attività produttive. Nel 2008 torna al governo come titolare dello Sviluppo economico, ma in seguito allo scandalo Anemone (la sua casa veniva pagata dall’imprenditore) dà le dimissioni, nonostante non sia mai neppure stato indagato.