Quegli emigranti nella «Merica»

«Il contadino della Valfontanabuona sbarca in America». È il sottotitolo di uno spettacolo che avrà come attori d'eccezione 100 bambini delle scuola elementare Jessie Mario di Borgoratti. «Storia dell'emigrazione italiana in America»: questo il titolo principale della rappresentazione teatrale che verrà messa in scena domani, alle 14,30, a Cassanesi (Comune di Tribogna, nell'alta Valfontanabuona).
Sul palco, che verrà allestito presso la struttura sportiva adiacente all'oratorio, i piccoli attori proporranno una storia antica e comune, al tempo stesso, a tutti i paesi della vallata (tanto che da 50 anni a Favale di Malvaro si festeggia la «Giornata dell'emigrante»).
Una storia, tante storie di tanti compaesani che hanno lasciato la propria terra in cerca di fortuna nelle Americhe.
«Il viaggio che verrà rappresentato nello spettacolo avrà inizio con i bambini della terza A che faranno rivivere le sensazioni e i sentimenti di coloro che partirono alla ricerca di una vita più dignitosa», spiegano Fiorella Murdica e Loredana Paternò, le insegnanti che hanno curato il lavoro che è collegato a un progetto scolastico europeo intitolato «Knowing me ... Knowing you» (cioè: Conoscermi... Conoscerti).
Il secondo atto dello spettacolo, dal titolo «Il ballo delle valigie», ci trasporterà nelle sale macchine degli antichi e gloriosi piroscafi come il Giulio Cesare e il Sirio che hanno scritto pagine gloriose della marineria e dell'emigrazione italiane.
Un percorso fedele alla realtà, e testimoniato dalla lettera di uno dei tanti emigranti che verrà recitata dagli alunni della seconda B. Un viaggio in cui non potrà certo mancare il Tango argentino nel quale si esibirà, invece, la classe quinta.
«Oltre alla rappresentazione di notevole interesse, - spiega il sindaco di Tribogna, Corrado Bacigalupo - quello di lunedì sarà un incontro generazionale. Alla manifestazione, infatti, parteciperanno molti ospiti che porteranno le loro esperienze personali».