Quei 500mila euro nascosti nei tubi dell’acqua

C’erano 500mila euro nascosti in contanti nei tubi di casa. Anche di questo si trova traccia nell’ordinanza del gip di Monza Maria Rosaria Correra che ha disposto l’arresto dell’ex assessore Massimo Ponzoni e di altre persone appartenenti a quella che è stata definita la sua «squadra» , tra cui l’ex assessore provinciale e tecnico del Comune di Desio Rosario Perri. E proprio nelle tubature dell’abitazione di Perri sarebbero stati nascosti i contanti. La presenza del denaro era emersa il 10 aprile del 2009 nel corso dell’indagine della Dda di Milano. Il sospetto è che quella somma «sia stata costituita, almeno in parte, - scrive il gip - con l’illecita contropartita riconosciuta a Perri (dallo stesso Ponzoni o da Ponzoni e taluno degli altri soggetti beneficiati) per gli atti contrari mantenuti in relazione al Pgt di Desio ».