Quei gufi che hanno ragione

Buongiorno, la linea dell'Armata Blucerchiata è sempre stata molto tollerante nei confronti dei giornalisti che seguono la nostra cara Sampdoria. Arrivando a volte ai limiti della pazienza. Ma riteniamo sia molto meglio essere educati piuttosto che sgradevoli.
E purtroppo per noi quello che immaginavamo si è puntualmente verificato. Sono rispuntate fuori con i primi caldi le cicale parlanti, finalmente tonificante dagli insuccessi blucerchiati, rigonfie del loro tronfio sapere. Il buon profeta Lussana ci ammanisce la sua verità, indicando in Marotta e Novellino i responsabili di questo terribile tracollo.
Analizziamo un po’ bene i fatti senza lasciarci travolgere dall'illustre critico. Recupero della società allo sbando e salvezza sia economica che sportiva nella prima annata. Promozione immediata al primo tentativo con un bel 3 su 3 nei derby. Salvezza più che tranquilla e qualificazione Uefa sfiorata al primo anno di serie A. Qualificazione Uefa e Champions league sfiorata al secondo. Eliminazione all'ultimo minuto in Coppa Uefa e probabile salvezza al terzo.
In effetti abbiamo di che essere arrabbiati con i nostri dirigenti ed i responsabili tecnici: il fallimento totale è agli occhi di tutti. Caro Lussana, un altr'anno ci piacerebbe che Garrone facesse un discorso improntato al rispetto dell'onestà sportiva e del rigore finanziario, circondato dai fidi Marotta e Novellino, e che «il Giornale», di cui sono assiduo sostenitore, ci segnalasse che il buon cronista, grillo e profeta, è stato trasferito in altra sede. Senza rancore.
Armata Blucerchiata