Quei no global di Famiglia Cristiana

D’accordo che il nostro è il tempo delle certezze perdute e che il confine tra realtà e assurdo, come insegna Ionesco, è questione di punti di vista, ma quella di Famiglia Cristiana come foglio no global è un’immagine un po’ hard. A elaborarla, il pdl Carlo Giovanardi che, in un’intervista al sito pontifex.lazio.it, dice che nei suoi attacchi al governo il settimanale paolino «usa toni da centri sociali» e che «non rappresenta la vera dottrina della Chiesa». Certo, Famiglia Cristiana si sta impegnando per inimicarsi una parte della maggioranza e, dopo le polemiche sulla politica sull’immigrazione, anche nel numero in edicola domani, se ha parole di elogio per il ministro Brunetta, bersaglia il suo collega Calderoli, definito «saccente». Scambio di scortesie.