Quei prelievi con firme false

Spariti senza lasciare tracce. Esattamente 199.680 euro, prelevati da 4 conti correnti intestati a un risparmiatore e ai suoi familiari. Chi li ha presi? Il direttore della filiale dove erano stati depositati i risparmi. Come? Naturalmente nessuno, se non il titolare del conto, può spostare, investire o prelevare denaro non di proprietà. Il direttore della filiale, infatti, per movimentare denaro avrebbe comunque falsificato più volte la firma del cliente. Per questo la banca ora si dichiara estranea al caso, attribuendo la responsabilità esclusiva all’autore della falsificazione.