Quei salti mozzafiato tra i sobborghi di Tokyo e le banlieu parigine

Il parkour ha visto il suo rapido espandersi in Italia qualche anno fa con il boom di filmati su «YouTube» e la diffusione del video di Madonna "Jump", i cui protagonisti sono appunto atleti che si muovono saltando da un palazzo all'altro e oltrepassando i muri di un sobborgo giapponese. Ma la disciplina nasce nelle banlieu francesi, verso la fine degli anni '80, con David Belle. Fin da bambino aveva giocato col padre a superare con salti ed evoluzioni gli ostacoli presenti nei boschi della Loira utilizzando il metodo di allenamento naturale sviluppato dal militare Georges Hébert. Trasferitosi in città, David trasforma quello che era solo un gioco in una disciplina vera e propria, applicando le diverse tecniche all'ambiente urbano e diventando il guru del parkour. Il movimento, inizialmente, si diffonde con il passaparola, ma quando i media cominciano a interessarsi a una disciplina dai risultati così sorprendenti, al parkour vengono dedicati numerosi documentari. Oggi le sue tecniche si intravedono in numerosi film, spot, e video e lo stesso David Belle è stato consacrato come attore nel film Banlieu 13 di Luc Besson.