Quei soldi sprecati per farsi prendere in giro servivano di più all’Abruzzo

Caro direttore, volevo esprimerle la mia gratitudine per quanto da lei fatto emergere in questi giorni e di fronte a quanto messo in evidenza dal Giornale rimango veramente sconcertata e allibita.
Lei ha ragione quando sottolinea quanto la sinistra abbia la tendenza a falsificare in qualsiasi modo e maniera la verità storica degli eventi.
Purtroppo questo modo di operare è quello contro il quale noi ci battiamo quotidianamente quando espletiamo le nostre funzioni presso i vari consessi assembleari dove siamo eletti.
Le falsità della sinistra sono ben esplicate nel manifesto taroccato che diventa emblema delle continue bugie che la sinistra stessa ci propina quotidianamente: dalle passerelle inutili, alle doppie e triple inaugurazioni di cose non fatte da loro, fino ad arrivare alla presentazione di fondi pubblici (vedi Fas) per una, due tre volte ai sindaci demoralizzati che delle promesse non ne possono più, questo manifesto è il simbolo della politica messa in atto da loro, e cioè la politica delle menzogne.
Spiace che anche in questo caso, invece di chiedere scusa ai liguri, e ora parlo come cittadino, Burlando voglia sempre trovare un modo per sviare l'attenzione sul centro destra (vedi l'attacco all'on. Sandro Biasotti) mettendo in pratica il solito «scaricabarile».
Mi corre l'obbligo di evidenziare un altro aspetto, cosicché anche lei ne venga a conoscenza: alla Spezia, la mia città, le commemorazioni per il 25 aprile sono iniziate addirittura dalla mattina di giovedì 23, con cerimonie in pompa magna che sono costate alla cittadinanza centinaia di migliaia di euro e che, anche di fronte alle difficoltà economiche che La Spezia sta attraversando, con centinaia di lavoratori che stanno rischiando il posto di lavoro, suonano un po’ stonate.
Forse se la sinistra si fosse spogliata del significato politico ed ideologico che questa festività assume ai loro occhi ed avesse, anche di fronte alla tragedia dell'Abruzzo, saputo profondamente interpretare il valore di questa giornata, avrebbe risparmiato questi soldi (e la sinistra regionale lo ha fatto anche facendosi prendere in giro da tutta Italia con il manifesto taroccato) e comportandosi come la formica, pensando alle difficoltà che i liguri stanno attraversando in questo momento, avrebbe conservato questi denari per sostenere realmente e concretamente i cittadini.
Grazie ancora.
*vice presidente Consiglio comunale della Spezia e consigliere comunale del Pdl