Quei viali tra rifiuti e parcheggi

Nella nostra città il degrado non è certamente solo in periferia o nascosto in zone poco frequentate. Andiamo a vedere quanti grandi viali, e parliamo di quelli che fanno parte delle circonvallazioni gravate dal traffico più intenso, hanno la loro zona centrale, affiancata da entrambi i lati dalle corsie per auto e mezzi pubblici, trasformata in parcheggio. Tra questi numerosi casi si pone in evidenza il viale Abruzzi, che ha davvero necessità di una riqualifica. Già la strada presenta forzatamente una illogica distribuzione dei negozi, per tratti tutti da un lato, per altri tutti all'opposto. E la zona centrale è davvero un parcheggio selvaggio, con i grandi alberi emergere da una situazione di sporcizia insostenibile, appena alleviata dalla settimanale operazione dell'Amsa. Rifiuti di ogni genere tra le vetture, che lasciano trasparire una vita notturna poco edificante, rendono questi tratti davvero incredibili. Che vengano usati i portarifiuti promessi dal Comune in queste aree centrali è cosa improbabile, come ben poco beneficio si potrà ottenere impedendo la funambolica sosta attorno alla rotonda dell'incrocio con via Plinio. Ma tra i tanti progetti di parcheggi interrati, non se ne potrebbe realizzare uno sotto alcuni tratti del lungo viale?