Quel 5 in pagella non lo mando giù

Caro dott. Lussana, i giudizi espressi su Cassano dai suoi colleghi De Bellis e Signori nell'edizione del 20 corrente sul «nostro» Giornale mi trovano totalmente d'accordo; per non citare le lusinghiere espressioni anche da lei sempre rivolte nei confronti del talento blucerchiato, nonostante la sua ripetutamente dichiarata fede romanista (a proposito, ma come fa lei, bergamasco D.O.C., a tifare per i giallorossi quando ha, a portata di cuore, una squadra simpaticissima e brava come l'Atalanta???). Nel contempo mi è molto dispiaciuto aver dovuto constatare il parere completamente opposto esternato da un altro suo valente collega, Franco Ordine, il quale ha liquidato con un misero e stiracchiato 5 in pagella e con una critica alquanto livorosa e limitativa la prestazione del buon Antonio contro la Francia. Che abbia visto un'altra partita? O che abbia in uggia la Sampdoria? O che preferisca al posto del barese qualche altro giocatore, magari del Milan? A pensar male talvolta ci s'azzecca! Molto cordialmente