Quel borgo a mezzaluna che affascina i vip

Federica Celussi

Come ogni estate Portofino si conferma luogo di villeggiatura del jet-set internazionale.
Anche quest’anno nel piccolo borgo a forma di mezzaluna hanno soggiornato attori, cantanti, registi cinematografici, stilisti e personalità del mondo della politica.
Dall’inizio della stagione in molti hanno scelto il ristorante «Puny» per farsi coccolare dal patron Miroli, che con le sue deliziose pietanze da anni ormai sa come stuzzicare il palato di ospiti illustri.
Hanno cenato in piazzetta attori del calibro di Hugh Grant, Michael Caine, Sylvester Stallone, Denzel Washington e Gwyneth Paltrow in compagnia dello stilista Valentino e Afef.
Puny racconta che Michael Caine non si recava a Portofino da una decina d’anni ed era in compagnia di Bricusse, che era assente dalla scena portofinese da quaranta anni.
Sylvester Stallone, invece, mancava dagli anni Novanta ed ha cenato per due sere consecutive in piazzetta in compagnia della sua splendida ragazza.
Anche il glorioso campione di basket americano Magic Johnson si è presentato in piazzetta per due sere di seguito.
Inoltre sempre Puny svela di aver organizzato un party a sorpresa per un principe persiano, che era sceso in piazzetta credendo di essere atteso solo da sei commensali, che invece si sono rivelati quaranta.
Poi, racconta che moltissimi politici e ministri, fra cui Claudio Scajola, si sono concessi una pausa in piazzetta.
Inoltre hanno soggiornato nel borgo il regista cinematografico Steven Spielberg e Michael Winner.
E ancora, Paul Hogan, il rude cacciatore australiano protagonista del film «Crocodile Dundee», e il campione di pallacanestro americano Michael Jordan.
Anastacia, invece, si è trattenuta nel borgo per tutta la durata della sua tournée italiana, eleggendo Portofino come sua residenza. Ogni sera la cantante, dopo il concerto, saliva sul proprio aereo privato e faceva rotta verso la Liguria, per dormire tra le braccia del piccolo borgo a forma di mezzaluna.