«Quel capolinea è nostro»: crociata di Montecompatri

Il commissario prefettizio di Monte Compatri, Antonio Capaldo, ha inviato una lettera al presidente della Regione Lazio, Piero Marrazzo, chiedendo che sia intitolata al comune dei castelli romani il capolinea della ferrovia Roma-Pantano. L’amministrazione Comunale di Monte Compatri nel 1995 aveva espresso parere favorevole sul progetto di ammodernamento della ferrovia, a condizione che fosse ufficialmente denominata «Roma - Monte Compatri». Il commissario prefettizio si è nuovamente fatto interprete del desiderio dalla gente segnalando a Marrazzo tale richiesta.