Quel Casini un po’ 007 Esperto di armi e trafficanti magiari

Chi l’avrebbe detto che il segretario dell’Udc Pier Ferdinando Casini fosse un esperto d’intelligence? Dall’archivio informatico della «Commissione Stragi» recentemente inaugurato dal Presidente del Senato Renato Schifani, spuntano i primissimi documenti. È il 3 luglio 1991 che il deputato Pier Ferdinando Casini, membro della Commissione parlamentare d’inchiesta che indaga sulle stragi consegna un documento intitolato «Schede informative sulla ristrutturazione dei servizi cecoslovacchi e magiari». Ecco uno dei passaggi del documento disponibile presso l’Archivio Storico del Senato: «Basti ricordare recenti episodi come la vendita d’armi alla Croazia ad opera della nota ditta ungherese Techinika, una emanazione dello Stato ungherese notoriamente al centro della compravendita di armi».