Quel che resta di Pechino

L’anno che si chiude è stato l’anno della Spagna (dai ciclisti alla Davis, passando per gli Europei di calcio) e di Hamilton, di Valentino (Rossi) e di Cristiano (Ronaldo), ma è stato soprattutto l’anno olimpico con quelle due settimane di apnea in cui tutti più o meno si sono fermati per guardare a Pechino, all’Olimpiade del gigantismo, della nuova Cina, di quello che ci hanno voluto far vedere e di quello che abbiamo scoperto dietro le quinte. Un’Olimpiade in cui l’Italia si è difesa ancora alla grande: 8 medaglie d’oro, 10 d’argento e 10 di bronzo. Tante facce da ricordare, da Bolt a Phelps, dalla Pellegrini a Schwazer. E i ricordi personali di due dei nostri inviati.