«Quel concorso è truccato, ho già i nomi»

«I nomi sono consegnati in una lettera nell’ufficio di un notaio, saranno aperti a concorso finito». Nicola Abbundo, consigliere regionale dei Moderati per il Popolo della libertà attacca la giunta a testa bassa. Tema del confronto un concorso pubblico per coprire venti posti di dirigenti della giunta che, secondo il consigliere di minoranza, ha avuto un iter scorretto: «Era stata la giunta a nominare la commissione esaminanda e come presidente è stato chiamato il prof. Giuseppe Gandullia- spiega Abbundo-. Scoprimmo che una parte dei candidati seguiva i suoi corsi universitari».
Rimosso Gandullia, la Regione ha nominato Domenico Bottino, questa volta con un decreto del segretario generale Roberto Murgia: «Questa volta è stato nominato un altro uomo vicino al Pd. Temiamo un blitz d’agosto a lavori fermi e sappiamo già chi sono i vincitori del futuro concorso».