Quel Consiglio sempre in ritardo

Stavolta, almeno sul Tibet, ci sono arrivati soltanto con una decina di giorni di ritardo. Ma all'ordine del giorno del consiglio provinciale di ieri c'era ancora la mozione del capogruppo di Forza Italia Paolo Bianchini sulla rinuncia da parte del Papa alla prevista visita all'Università La Sapienza di Roma. Sul Dalai Lama, dunque, c'è stato in aula consiliare lo sdegno unanime per la repressione cinese e una volta tanto la Provincia ha parlato su un fatto ancora oggi di cronaca. Ma per il resto le altre sedute consiliari si sono dimostrate anacronistiche. (...)
SEGUE A PAGINA 42