Quel controllore Atm così solerte...

Scrivo per segnalare quanto mi è accaduto la sera del giorno 29 novembre scorso verso le 17:30. Uscito dalla mia abitazione salgo sul tram della linea 3 quando mi accorgo di non avere il portafoglio con me con tutti i documenti e la tessera Atm: sarà capitato a molti, immagino. Scendo al Carrobbio e naturalmente mi imbatto nei controllori Atm. Tranquillamente cerco di spiegare che abito a poche centinaia di metri e che non ho con me alcun documento ma me lo posso fare portare: naturalmente comprendo le titubanze a credermi e qui cominciano i problemi. Il Tutor comincia ad essere aggressivo e a dirmi che sono un furbo, che non ho pagato il biglietto, io calmo lo smentisco facendogli presente che possiedo un abbonamento e che me lo posso far portare o leggere gli estremi, ma che non ho con me i documenti che lui vuole. Lui insiste che devo pagare e subito e di non raccontare storie; nel frattempo diviene sempre più rosso in viso e io cerco di tranquillizzarlo, dicendo che rispetto il suo mestiere. A questo punto mi dice che vuole portarmi in Questura Atm, io lo fermo subito dicendo che non mi risulta che esista una Questura Atm ma che se vuol chiamare qualche agente di polizia volentieri mi ci farei accompagnare. A questo punto trattato come un ladro e quasi sequestrato - il mio appuntamento di lavoro salta -, nonostante i colleghi gli dicessero di lasciare stare ferma lanciandosi in mezzo alla strada una pattuglia della Polizia Locale che procede con i lampeggianti accesi in via Torino. Da questa scende tra l'altro un agente del Comando di Piazza Beccaria che mi riconosce - sono un fotoreporter e l'ho incontrato in più eccitanti situazioni - gli spiego e solo per non fargli perdere tempo perché aveva un’emergenza in corso, acconsento a dare al Tutor Atm, esattamente come ero disposto a fare prima, le mie generalità, con l'accordo seguito da stretta di mano che sarei andato a prendere l'abbonamento a casa e lui avrebbe annullato il verbale. Torno dopo dieci minuti con l'abbonamento: il Tutor Atm, deluso dice che non può annullare niente e che devo andare entro 30 giorni presso gli Uffici in Via Monte Rosa dove, forse, avrebbero azzerato la contravvenzione. È normale?