Quel «litigio» tra i report di Intesa-Sanpaolo

Il progetto è quello della fusione: Caboto e Banca Imi formeranno un’unica società destinata a essere la «banca d’affari» a 360 gradi del gruppo Intesa-Sanpaolo. All’uopo è appena stato nominato il presidente, Gaetano Miccicché. Ma certo sono molte le questioni da mettere a punto. Per esempio il team degli analisti finanziari, che ancora non vanno del tutto d’accordo. Non certo su Fiat, visto che ieri un report di Banca Imi fissava la valutazione in 16,1 euro, mentre solo 10 giorni fa Caboto diceva 17,8. Per la scuola Imi, a esempio, Fiat Auto vale 6,4 miliardi, per Intesa solo 5,6: ultimi giorni di «indipendenza». Presto la valutazione diventerà una sola.