Quel mistero degli alloggi mai utilizzati

Egregio dottor Lussana,
in merito alla notizia della requisizione di appartamenti sfitti proposta dal consigliere di Rifondazione, vorrei far presente che prima di mettere le mani nelle tasche dei cittadini/contribuenti sarebbe bene che detto consigliere facesse un censimento abitazioni popolari costruite con finanziamento eurepeo e mai utilizzate da svariati anni.
L’esempio che desidero portare a riprova è la costruzione in piazza della Chiesa, a Fontanigorda (centro di villeggiatura estiva dell’entroterra ligure), consistente in cinque appartamenti popolari con tanto di ascensore (nessun appartamento a Fontanigorda ha l’ascensore!).
Il suddetto consigliere di Rifondazione dovrebbe esserne ben a conoscenza, poiché all’inaugurazione fatta da Marta Vincenzi (che si è vantata che grazie a lei sono arrivati i soldi della Comunità europea, altrimenti andavano persi) era presente con tanto di fascia tricolore il sindaco di Rifondazione.
Dopo quasi cinque anni aver costruito una struttura con appartamenti mai utilizzati (con i soldi della comunità europea, altrimenti andavano persi) e voler requisire gli appartamenti di cittadini/contribuenti vuol dire essere antieuropeisti, incongruenti e faciloni (è più facile prendere dalle tasche dei cittadini che dover lavorare per fare ricerche).
Potete verificare quanto sopra andando a fare una gita nella sopraccitata amena località.