Quel «Paese canaglia» che continua a far paura

La Corea del Nord è uno degli ultimi regimi comunisti del mondo, ma con caratteristiche che la rendono un caso unico. Nata nel 1948 per volontà di Stalin, che sostenne l’ascesa al potere nel Nord della Corea liberata dal giogo giapponese del leader comunista Kim il-Sung, è sopravvissuta alla fine della Guerra Fredda e alla morte del suo fondatore nel 1994. L’attuale leader Kim Jong-il altri non è che il figlio di Kim il-Sung, al quale succedette in un inedito caso di «dinastia comunista». Egli è stato capace di mantenersi in equilibrio grazie agli antagonismi delle potenze globali e regionali, fino ad arrivare a ricattarle dotandosi spregiudicatamente di un piccolo arsenale atomico nel 2005, al termine di una rincorsa durata almeno quindici anni.