Quel «parecchi» del Professore smentito solo dopo pochi mesi

Fra le tante cose ingiuste che il progetto di legge finanziaria per l’anno 2007 presentato al Parlamento contiene, mi permetto di segnalarne una sulla quale in campagna elettorale eminenti esponenti dell’Unione avevano invece preso formali e solenni impegni di fronte alle telecamere delle reti nazionali Rai e Mediaset. La cosa ingiusta riguarda il ripristino della tassa di successione-donazione sulla quale, dopo un maldestro tentativo di far credere che non si sarebbe reintrodotta calcando però la mano su imposte ipotecarie e catastali, si è invece scelto da parte di reintrodurla per patrimoni che superino, tutto compreso, un milione di euro. A questo proposito giova ricordare che Prodi in campagna elettorale assicurò l’elettorato che la tassa avrebbe colpito solo poche centinaia di persone con patrimoni da successione-donazione di parecchi, parecchi, parecchi milioni di Euro. Prodi ripeté con enfasi per ben tre volte «parecchi» per tranquillizzare l’opinione pubblica che non era tranquilla ed aveva ragione.