Quel podere è davvero Forte

L’Italia abbonda di doc poco conosciute, anche in aree come la Toscana, cui certo i riflettori mediatici non mancano. La Val d’Orcia poi, splendida com’è, non ha certo bisogno di presentazioni. È qui che Podere Forte, podereforte.it, firma da qualche anno ottime espressioni della doc Orcia. Tutto merito del suo patron Pasquale Forte, origini calabresi e già Cavaliere della Repubblica che nel 1996 vuole realizzare «il vino più buono del mondo» arruolando da subito un duetto d’eccezione: Attilio Scienza agronomo, Donato Lanati enologo. Questo dream team delle vigne ha partorito negli anni rossi a base sangiovese puliti, eleganti, potenti come il Petrucci, sangiovese in purezza elegante e speziato e il Guardiavigna, sangiovese, cabernet sauvignon, merlot e petit verdot, elegante e sicuro. Aggiungi poi un pulitissimo olio extravergine Dop Terre di Siena, da olive leccino, frantoio e moraiolo, e capisci che Podere Forte vale di certo una scappata.