Quel profumo nelle case di riposo e le visite del Pdl

Nell’ultima settimana, il mio telefono e la mia mail sono stati subissati di chiamate e messaggi di persone che - dopo aver letto sul Giornale l’idea del coordinatore regionale del Pdl ligure Michele Scandroglio di portare gli eletti e i militanti del partito nelle case di riposo a Ferragosto - facevano a gara per prenotarsi. Per dire che ci sarebbero stati anche loro. Per far sapere, magari pregando di non essere citati, in modo che tutto avvenisse nella massima discrezione, che la loro visita negli ospizi e negli ospedali a contatto con gli anziani, sarebbe continuata anche il giorno dopo Ferragosto e quello dopo ancora.
E così, ai nomi del primo giro, da Marco Scajola ad Angelo Vaccarezza, da Roberto Cassinelli a Gino Garibaldi, dallo stesso Scandroglio a Gino Morgillo, si sono aggiunti altri nomi - dal consigliere provinciale Massimo Pernigotti a quello comunale Beppe Costa, passando per Roberto Bagnasco che ha triplicato le visite - in una sorta di «vengo anch’io?» a cui Scandroglio ha ovviamente risposto «Sì, tu sì». (...)