«Quel sondaggio fu commissionato da un privato»

Il professor Nicola Piepoli ci ha inviato la seguente lettera che pubblichiamo.
«Innanzitutto ringrazio per le parole di stima usate per parlare del mio Istituto nell’articolo «Veltroni dribbla i sondaggi scomodi - Ignorata un’indagine elettorale di Piepoli commissionata dal Campidoglio ma meno favorevole al sindaco» pubblicato sul Giornale il 14 maggio 2006. Faccio in ogni caso notare che il nostro rapporto contenente i risultati della ricerca a Voi pervenuto, per vie a me non note, aveva sì in copertina il logo del Comune di Roma, in quanto riguardante le elezioni amministrative di questo Comune, ma il Comune di Roma non ne è stato il Committente. Il Committente della ricerca è stato un privato che, come da norme Assirm e della Presidenza del Consiglio, non citiamo, poiché la ricerca non è stata pubblicata su nessun organo di stampa e dunque non siamo tenuti a farlo bensì a rispettare l’anonimato della Committenza. Con i più vivi sentimenti e con la preghiera di pubblicare questa rettifica».