Quel suk che accerchia il Castello

Le tradizioni legate alla ricorrenza di Sant’Ambrogio, nate e radicatesi in un contesto urbano più piccolo e coeso, scavalcano le correnti del tempo e confermano la loro vitalità, quasi sempre. Sta ai cittadini e a chi amministra cercare di preservarle in una stagione confusione e agitazione post-moderne, di spaesamenti e invasioni. La prima della Scala è stata uno straordinario successo – anche se i giudizi critici si dividono – e si può dire che tutti coloro che hanno lavorato all’«Aida» hanno rinverdito e rafforzato una tradizione d’eccellenza. (...)