Quel «vizzoso» di Lele Mora

Vezzoso o vizioso? C’è un singolare retroscena dietro il verbale di interrogatorio di Lele Mora (nella foto) davanti ai pm di Milano del 13 ottobre 2009: si tratta del verbale che ha fatto irruzione nei giorni scorsi sui giornali a causa del passaggio in cui l’impresario afferma di avere avuto una relazione con Fabrizio Corona («relazione platonica», ha poi precisato). Durante l’interrogatorio, per spiegare dove fossero finiti alcuni milioni in contanti, Mora ha spiegato di essere un «vezzoso spendaccione». L’espressione era stata considerata un po’ eccentrica, e gli investigatori avevano proposto di sostituirla con «vizioso spendaccione». Alla fine, nel testo depositato agli atti, è stata trascritta una via di mezzo: Mora dichiara di essere un «vizzoso spendaccione», che in italiano non significa assolutamente niente.