Quell’assalto al treno per punire i «nazisti»

Per gli incidenti del 12 novembre 2000 in via Valtellina venne arrestata un’altra frequentatrice del centro sociale O.r.so., Marta Canidio, 27 anni, riarrestata poi nel 2004 dopo l’aggressione subita il 17 gennaio da quattro minorenni alla stazione Nervi, nei pressi del capoluogo Ligure. Quel giorno la Canidio con altri tre frequentatori dell’O.r.so stavano raggiungendo Genova per il processo ai «compagni» arrestati dopo gli scontri per G8. Arrivati a Nervi, Canidio e amici scoprono i quattro vestiti, secondo loro, da nazisti e li aggrediscono, li rapinano e li costringono a scendere dal treno. Al processo, che si tiene il 17 novembre del 2004 con rito abbreviato, i Pm chiedono quattro e mezzo per tutti. Il giudice tuttavia infligge agli imputati, tra cui la Canidio, 1 anno, 11 mesi e 10 giorni e una multa di 300 euro, con la sospensione condizionale della pena.