Quell’onorevole dieta di Montecitorio che vale 300 milioni

Certo che prima di farsi perdonare decenni di sperperi e sprechi la strada è ancora lunga. Anche se va ammesso che la casta qualche sforzo per rimettersi sulla retta via lo sta facendo. I questori della Camera Gabriele Albonetti (Pd) e Franco Colucci (Pdl) hanno fatto sapere che negli ultimi cinque anni, dal 2005 al 2010, la Camera dei deputati ha tagliato il 12 per cento dei beni e dei servizi e nel complesso l’8 per cento del bilancio. «Si tratta dell’unica istituzione - rileva Albonetti - che ha fatto così tanto nel grande mare della pubblica amministrazione italiana e vorrei che questo fosse sottolineato». Bene, bravi, ma è solo un inizio. Intanto, quanto vale in soldoni questo taglio? «Circa 300milioni di euro» fanno sapere i due, che rilanciano: «Nel triennio 2011-2013 taglieremo dalla dotazione annuale che ci viene data dal ministero dell’Economia altri 60 milioni di euro».