Quella criminalità che viene dall’Est

Qualcuno lavora come muratore o come badante, molti vivono di espedienti, magari mendicando l’euro del carrello del supermercato o, peggio, rubando. Tutti possono ormai arrivare in Italia senza bisogno di permessi di soggiorno: da gennaio i rumeni, come i bulgari, sono cittadini europei a tutti gli effetti. E tra la gente il sentimento dominante è quello del sospetto. Sì, perché sarebbe ipocrita dire che Genova è già abituata al nuovo corso imposto dall’Ue con l’ingresso nella comunità della Romania. Grazie all’apertura delle frontiere i romeni sono arrivati in grande numero anche in Liguria. Pochi sono i residenti ufficiali: 911 per l’esattezza quelli che vivono a Genova regolarmente (...)
SEGUE A PAGINA 43