Quella didascalia contro il papa

L’8 e 9 marzo si è svolto a Gerusalemme un’incontro a porte chiuse tra storici ed esperti per discutere sulle posizioni di Pio XII rispetto alla persecuzione degli ebrei. Il dibattito è stato voluto dal museo Yad Vashem e dallo Studium Theologicum Salesianum di Gerusalemme. Il nodo del contendere è la didascalia che, dal 2005, commenta la foto di Papa Pacelli all’interno del Museo. Essa definisce «ambiguo» il suo comportamento riguardo alla Shoah. A seguito di una richiesta di modifica da parte della Santa sede nel 2006 i responsabili del museo si dissero disposti a riesaminare la questione. Più recentemente, il nunzio apostolico, Antonio Franco, ha accettato l’invito alla commemorazione della Shoah tenutasi al museo nel 2007. Nell’occasione il direttore del museo promise che avrebbe riconsiderato la figura di Pio XII.