Quella letterina ai rapitori

«La mamma ci ha detto che ci sono uomini cattivi ma noi sappiamo che nessuno può essere tanto crudele da fare del male a un bambino così indifeso»: è un passo della lettera, scritta a mano da tre sorelline di 7, 5 e 4 anni all’avvocato Claudia Pezzoni, tre giorni prima del ritrovamento di Tommy. Le tre bambine avevano disegnato anche il profilo delle loro mani, lasciando uno spazio con la scritta Tommy: «Queste sono le nostre manine. Fate in modo che possiamo aggiungere quella di Tommy». Leggendola, l’avvocato ha detto: «La manina di Tommy oggi si trova all’obitorio».