Quella norma finita in tribunale

Il 27 agosto 2007 stop ai lavavetri. L’assessore-sceriffo fiorentino Graziano Cioni firma un'ordinanza per vietare l'esercizio di questa attività. Per chi viene colto sul fatto scatta la denuncia e il sequestro degli attrezzi del mestiere. Il 28 agosto il bilancio è di dieci lavavetri denunciati, ma il 10 settembre arriva la richiesta, inviata al gip, di archiviazione delle denunce nei confronti dei lavavetri. Il 12 settembre Palazzo Vecchio è pronto a varare un nuovo provvedimento che prende in considerazione i suggerimenti della Procura. Si istituisce il «Divieto di esercizio del mestiere girovago di lavavetri», con denuncia e sequestro dell’attrezzatura.