Quella vita spezzata che scosse i politici

L’ex assessore comunale napoletano Giorgio Nugnes (Pd) si è ucciso il 29 novembre del 2008. E il suo suicidio ha fatto tremare i palazzi della politica napoletani, su cui all’epoca si stavano abbattendo anche le inchieste giudiziarie. Al momento del suicidio Nugnes era agli arresti domiciliari, in seguito a un’inchiesta sui disordini a Pianura. Ma sin dall’inizio si disse che era prostrato e preoccupato anche per altre indagini della procura partenopea, in cui riteneva di essere coinvolto. Adesso il memoriale presentato ai pm di Napoli dal suo amico e ex compagno di gruppo nella Margherita, Maruzio Scarpitti, gli ridà voce da morto.