In quella zona un morto nel 2005

I lanci di sassi con la fionda dei due bambini di 8 e 9 anni, sorpresi ieri dalla polizia, hanno dei drammatici precedenti in Ciociaria. Dal cavalcavia di Piedimonte San Germano un masso di 41 chili, il 13 agosto del 2005, uccise l’emigrante calabrese Natale Gioffrè. Da allora il cavalcavia 439 è rimasto «il ponte della vergogna». Due anni dopo, i primi di agosto di quest’anno, un altro lancio di sassi ha riportato la paura lungo la A1. Un sasso ha sfondato il parabrezza della vettura di una famiglia, originaria di Benevento, che stava tornando in Germania, senza però provocare dei feriti.