Quelle banche sono autentiche gallerie d’arte

Che le banche investano nell'arte non è una novità, ma che lo facciano attraverso un mecenatismo moderno e attento ai nuovi virgulti dell'arte contemporanea, merita - specie in questi tempi di crisi nei mercati - una particolare attenzione. Milano, da questo punto di vista, è una piazza interessante. Per vicinanza anche fisica con la nostra redazione di via Negri, cominciamo da Unicredit che, con una collezione d'arte di 60mila pezzi, è tra le più ricche in Europa e vanta una consolidata propensione al sostegno ai musei e alla promozione dei giovani artisti tanto che Unicredit apre oggi al pubblico (dalle 10 alle 19) Palazzo Credito Italiano, opera di inizio Novecento di Luigi Broggi, edificio che spicca in piazza Cordusio.
Qui è allestita la mostra Milano dall'Eclettismo al futuro dedicata alle opere architettoniche dei milanesi Camillo Boito, Luca Beltrami e Luigi Broggi, massimi esponenti di quel felice periodo artistico. Unicredit non si è limitata a proporre documenti d'archivio, ma ha commissionato all'artista milanese Giovanni Franzi un'inedita rilettura - tutta contemporanea - dei loro lavori. I disegni e gli studi esposti in mostra, dove sarà allestito anche un modello architettonico di Piazza Cordusio progettato dagli studenti del Politecnico, sono raccolti in un catalogo edito da Skira.
L'iniziativa Invito a Palazzo, promossa dall'Associazione bancaria italiana, coinvolge anche le prestigiose sedi di altri istituti milanesi, come quelle di Intesa-San Paolo: oltre alla magnifica sede di piazza della Scala, anche Palazzo Anguissola di via Manzoni e Palazzo delle Colonne in via Verdi sono visitabili oggi dalle 10 alle 19. Porte aperte nelle stesse ore anche nell'austero edificio della Banca Popolare di Milano in piazza Meda e a Palazzo Piermarini, in via Monte Pietà, elegante sede della Banca Regionale Europea.
La IV Giornata del contemporaneo promossa da Amaci (Associazione dei musei d'arte moderna e contemporanea italiani), fissata per oggi, non è comunque passata inosservata agli occhi delle banche: oltre a Unicredit, che promuove un ciclo di seminari con Alfredo Jaar in concomitanza la sua mostra allo Spazio Oberdan, Deutsche Bank mette in mostra la sezione italiana della Db Art Collection (dalla 10 alle 19, piazza del Calendario 3, previsti anche laboratori per bambini). Sarà possibile percorrere un vero e proprio viaggio nell'arte contemporanea attraverso le oltre 300 opere della collezione, tra cui i recenti acquisti firmati da Paola Pivi, Adrian Paci e Gabriele Basilico.
Infine, sempre dal fronte del contemporaneo, MiArt di Fiera Milano International occupa, dalle 18 alle 21, la Rotonda della Besana con La sfida, performance surreale di artisti come Simone Berti e Italo Zuffi.