Quelle residenze dove l'ospite è la storia inglese

Vita Sackville-West, aristocratica ed esperta di giardini (creò anche quello del castello di Sissinghurst), nel 1941 scrive un libretto sulle dimore di campagna della sua Inghilterra: castelli, fortezze, ville e cottage che si «adattano» al paesaggio. Da Blenheim a Berkeley «colore del pot-pourri», da Littlecote a Hardwick (costruita dalla leggendaria Bess, che seppellì quattro mariti), dalle residenze Tudor alla «rivoluzione» di Inigo Jones, che studiò il Palladio. Raccontano e ospitano la storia, vera e letteraria, dell'isola. E dentro? «Ogni cosa è confusa».

Eleonora Barbieri