Quelle sciocchezze con le gambe corte

Ieri durante una trasmissione di Radio 24 il giornalista Dario Di Vico, vicedirettore del Corriere della sera, per difendere il suo giornale ha detto una piccola bugia. Al direttore del Giornale Maurizio Belpietro che rimproverava al Corriere e al suo editorialista economico Francesco Giavazzi di non aver preteso le dimissioni di Fazio all’epoca degli scandali Cirio e Parmalat, ma soprattutto di non averle richieste quando il governatore disse che nei due crac i risparmiatori avevano perso quattro lire, Di Vico ha risposto che Giavazzi s’era occupato della faccenda. Naturalmente ciò non è vero. E se Di Vico avrà la pazienza di consultare il sito che riporta gli articoli del professor Giavazzi, potrà rendersi conto di aver detto una sciocchezza, che soltanto lo spegnimento provvidenziale del microfono di Radio 24 ha impedito di rendere manifesta.