Quelle strane affinità matematiche tra i faraoni e gli antichi sardi

Le vie della scienza sono notoriamente infinite. E conducono dove meno uno se lo aspetta. Ad esempio: Nicolino De Pasquale, docente di matematica a Pescara, ha scoperto - e lo rivelerà in un ciclo di conferenze a Cagliari il 19 e 20 novembre - inedite affinità tra trigonometria egizia e nuragica, suggerendo l’esistenza di una comune civiltà scientifica mediterranea già nell’antichità. Lo studio degli scudi circolari dei guerrieri sardi, istoriati con disegni che riproducono le tipiche circonferenze del seno e del coseno, ha evidenziato una relazione matematica con l’antico gioco egizio del serpente, consistente in un disco inciso a scacchiera... Insomma, chi l’avrebbe detto che millenni fa, nel Mediterraneo, i sardi erano i primi della classe insieme a ai sudditi del faraone?