QUELLI CHE STANNO LÀ DAVANTI

Il bullo fenomeno contro il principe. Non è una nuova favola, ma il duello del gol che va in scena domani sera a San Siro. Ibrahimovic vs Milito. Se si scorre la classifica cannonieri, non c’è storia: lo svedese svetta con 12 gol al comando, l’argentino insegue a quota sei, comunque capocannoniere nerazzurro. Zlatan contro l’Inter vuole guadagnarsi il dieci in pagella: segna da nove partite di fila, con un gol nel derby anche la lode sarebbe assicurata. Diego col Milan vuole riprendersi il trono. Prima di Natale, contro il Lecce, si è sbloccato dopo tre mesi di clamorosi gol sbagliati. Poi anno nuovo, vita nuova. Doppietta nel pokerissimo al Parma e guanto di sfida lanciato al rivale a una settimana dal derby. Ibra ha segnato 4 gol nella stracittadina di Milano: due per sponda dei Navigli. Pesantissimo quello su rigore nella prima sfida da ex. Milito è fermo a due, entrambi alla sua prima stagione, quando prese il posto di Zlatan, che andò a Barcellona per vincere la Champions. Poi si sa come finì. Ma quella è una storia già scritta, ora c’è un nuovo capitolo.