«Quello di Roma è fra i peggiori aeroporti europei»

L’aeroporto di Fiumicino è tra i peggiori scali europei: nel confronto con gli altri aeroporti non faticherebbe a «vincere». Lo segnala l’International Herald Tribune, in un lungo articolo nel quale si narra con tanta rassegnazione e un po’ di umorismo le disavventure di cui quotidianamente sono protagonisti i passeggeri che transitano per alcuni dei principali aeroporti europei. Secondo l’autrice il «Leonardo da Vinci» è «sporco, cambia i gate come cambia il vento» e, anche se atterri puntuale, ti fa attendere ore per i bagagli. E insomma è tra gli scali in grado di «convincere i viaggiatori che sarebbe meglio restare a casa». A suffragare la critica del quotidiano inglese sono i risultati del World Airport Awards, la classifica dei dieci migliori aeroporti del mondo, realizzata sulla base di un sondaggio di Skytrax tra agosto 2006 e luglio 2007. Fiumicino non solo non è presente nella lista dei vincitori ma non è stato neanche preso in considerazione: nella lista dei «candidati» sono assenti sia gli scali di Roma sia di Milano. Nei primi dieci aeroporti del mondo, però, ben quattro sono europei: al quarto posto c’è Monaco, al sesto Zurigo, al settimo Amsterdam e al decimo Madrid. Primeggia l’Asia, che conquista i primi tre posti con gli aeroporti di Hong Kong, Seul e Singapore. Al quinto posto Kuala Lumpur, all’ottavo Vancouver e al nono il giapponese Kansai. La palma del peggior aeroporto europeo va allo scalo di Heathrow.