Quello scatto d’autore nel vuoto del Vomero

Napoli, ore 12.30, quartiere Vomero. Un uomo fa jogging su una strada che parte dal nulla e non arriva in alcun posto. Un ponte incompleto, non finito, monco. Un ecomostro nel bel mezzo della città, un obbrobrio emblema dell’ennesima sprecopoli. Ecco la fotografia di Mauro Sioli apparsa su Corriere Magazine, diretto da Giuseppe Di Piazza (e che pubblichiamo per gentile concessione). Nel servizio pubblicato dal periodico di via Solferino quarantasette i fotografi hanno fermato l’attimo nella stessa giornata: il 14 gennaio scorso. Un album di famiglia del nostro Paese. Ci sono pagine choccanti, dure, tristi, inaccettabili. Come quella qui a fianco: un pugno nello stomaco, una denuncia, un senso di nausea. Ma questa è l’Italia, o un pezzo di essa. Un’Italia che non ci piace, violenta e violentata; che resta indietro, che non guarda avanti, che corre verso il nulla, proprio come l’uomo che si tiene in forma al Vomero. Almeno lui può frenare...