«Quello della sicurezza è un mercato in crescita»

Il responsabile della sicurezza è una delle figure più ricercate dalle aziende, anche in tempi di crisi. E, sostiene Alessandro Spaziani, esperto del settore e autore di diverse pubblicazioni a riguardo, il mercato avrà sempre più bisogno di questo tipo di professionalità.
Le aziende cercano responsabili per la sicurezza, perché?
«Il decreto legislativo del 2008, il cosiddetto Testo unico, ha rinnovato il mondo della sicurezza sul lavoro, dando alla questione una importante centralità».
Che cosa prevede il Testo?
«Una quintuplicazione delle funzioni rispetto alla vecchia legge 626; introduce la responsabilità amministrativa delle aziende in caso di violazioni della sicurezza. Significa che le aziende adesso fanno più attenzione. Con il Testo unico è stata introdotta la certificazione. Si è aperto dunque un mercato enorme. Le aziende incominciano a organizzarsi per evitare sanzioni e cercano per questo nuove figure professionali».
Come e dove si forma un responsabile alla sicurezza?
«Nel 1996 è stato introdotto un decreto, recepito poi dal Testo unico, sulla qualifica del personale responsabile alla sicurezza. Esistono quindi corsi di formazione divisi in tre livelli: il primo è un corso base; il secondo una specializzazione a seconda del settore in cui opera l’azienda; il terzo una specializzazione in tecnica della comunicazione con sindacati e altre figure coinvolte nel mondo della sicurezza del lavoro. Alla fine del corso, che prevede esami, sono rilasciate certificazioni».
Un giovane che vuole frequentare uno di questi corsi a chi deve rivolgersi?
«L’Inail per esempio organizza corsi di formazione professionale; ci sono poi associazioni convenzionate con istituti di ricerca e università che possono organizzarli».
Pensa sia un mercato in crescita quello della sicurezza sul lavoro?
«Assolutamente sì, le richieste per questo tipo di figure professionali aumenteranno. Si tratta di un mercato molto concorrenziale perché le aziende richiedono un grado di protezione sul lavoro sempre più alto. Servono qualifiche sempre maggiori. La grossa novità è dettata dalla certificazione sulla sicurezza, unico strumento delle società per tutelarsi».