La Quercia riapre le scuole di partito

I Ds fanno scuola. Letteralmente: tre-corsi-tre di formazione politica e sociale, nel solco della tradizione di un partito che, fin dall’epoca di Baffone, catechizzava gli adepti più e meglio di una setta. Ora la Quercia ci ritenta, ma con una differenza fondamentale rispetto al passato: i 40 posti del corso «Didattica» e i 20 di quello «Comunicazione» saranno riservati a segretari di sezione e militanti, mentre il terzo segmento - «Giovani» - verrà allargato ad associazioni, amministratori, studenti. C’è un limite: l’iscrizione sarà accettata, pare, solo se si farà professione di appartenenza alla «sinistra giovanile». Anche perché chi altri potrebbe digerire, senza calare la palpebra, un piano di studi che comprende storia del socialismo, storia del Pci, e come promuovere il socialismo in Italia e in Europa?